Buoni-spesa. Accolte tutte le domande

 

Erogazione a tutti i richiedenti a esclusione dei non residenti e di chi ha effettuato richieste multiple. Questo è quanto emerge dall’istruttoria per i buoni-spesa a Campogalliano. Un risultato che permetterà di sfruttare il fondo d’emergenza alimentare (€ 46.664) stanziato dalla Presidenza del Consiglio al Comune di Campogalliano a fronte dell’attuale crisi da Covid-19. Stabilite due fasce d’erogazione: la prima composta da 156 famiglie, escluse da qualsiasi sostegno statale, a cui andranno buoni-spesa di 150 euro per un massimo di 500 in base al numero dei membri del nucleo. La seconda composta da 15 famiglie, sostenute già da altre forme di sussidio statale, a cui spetteranno buoni dal valore di 100 euro.

 

“Le 196 domande ricevute ci segnalano le grosse difficoltà che le nostre famiglie stanno vivendo – commenta Luisa Zaccarelli, assessore ai Servizi sociali e sanitari del Comune di Campogalliano – per questo siamo molto felici di poter dare una risposta così importante. Ma non è l’unica azione in programma. Con le donazioni dei cittadini e delle aziende presenti nel nostro territorio sosterremo una rete solidale senza precedenti che vede protagonisti soprattutto Caritas e Protezione Civile”.

 

Oltre ai buoni-spesa, in arrivo già dalla prossima settimana, è possibile contribuire al sostegno delle famiglie in emergenza alimentare (57 secondo i dati forniti dalla Caritas, 13 in più rispetto all’inizio dell’epidemia) donando sul conto corrente comunale  IT08P0503466670000000009020 predisposto per l’emergenza. “Chiunque fosse in una condizione di difficoltà – si appella la Zaccarelli – deve sapere che può trovare ascolto e sostegno presso i servizi sociali del Comune e quelli convenzionati come la Caritas. Nessuno deve sentirsi solo in questo momento”.

Leave a comment

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non consentito.

I nostri sostenitori